martedì 12 marzo 2013

Deezer, Rdio e Spotify: confronto tra i servizi di streaming musicale su Android

deezer_vs_spotify_rdio

Quest’anno in Italia non possiamo lamentarci per la mancanza di servizi di streaming musicale, ormai sono arrivati tutti: Deezer, Rdio e Spotify. L’ultimo arrivato la scorsa settimana è stato il servizio statunitense Rdio.

I servizi di streaming musicale on demand consentono si ascoltare migliaia e migliaia di brani a fronte di un abbonamento mensile: come capite non hanno nulla a che vedere con servizi quali Google Play Music.

Li stiamo provando tutti e tre sfruttando il periodo iniziale di prova gratuita, vediamo le differenze tra di loro…

3 widgetScreenshot

DEEZER

deezer

  Android app on Google Play

deezermusica

Deezer è tra i tre quello disponibile da più tempo, sicuramente questo porta ad una certa maturità del servizio ma, di contro, l’app andrebbe svecchiata un po’ nella grafica.

Disponibile anche l’interfaccia web per chi vuole utilizzare Deezer anche da pc.

PRO

  • Ascolto gratuito per un periodo di prova di 14 giorni
  • Archivio musicale immenso
  • Qualità audio 320 Kbps e senza pause
  • Condivisione delle playlist
  • Sincronizza anche la musica già presente sul device
  • Presente la funzionalità di caching per l’ascolto off-line

CONTRO

  • Non ci sono versioni free dell’abbonamento per continuare ad ascoltare la musica (magari con pubblicità) dopo il periodo di prova.
  • L’interfaccia avrebbe bisogno di un aggiornamento

RDIO

rdio

  Android app on Google Play

rdioRdio

A differenza di Deezer l’applicazione Android di Rdio è molto più moderna essendo l’ultimo arrivato. Ottima anche l’integrazione con i social network e l’opzione per decidere la qualità audio a seconda della rete utilizzata.

Come Deezer anche Rdio ha la sua interfaccia web,

PRO

  • Gratuito per 14 giorni
  • Ottimo archivio musicale, anche se forse non ai livelli di Deezer
  • Interfaccia moderna e ben fatta
  • Qualità audio 320 Kbps e senza pause
  • Condivisione delle playlist
  • Comandi completi anche in area notifiche
  • Presente la funzionalità di caching per l’ascolto off-line
  • Ottima opzione per scaricare in alta qualità solo in wifi e passare automaticamente in bassa qualità in 3G

CONTRO

  • Non ci sono versioni free dell’abbonamento per continuare ad ascoltare la musica (magari con pubblicità) dopo il periodo di prova.
  • Non sincronizza la musica già presente sul dispositivo

SPOTIFY

spotify

  Android app on Google Play

SpotifySpotify

Arrivato qualche settimana prima di Rdio e anch’esso si presenta bene graficamente.

Non ha interfaccia web ma si deve scaricare l’applicazione proprietaria per utilizzarlo da pc, a differenza di tutti gli altri Spotify permette l’ascolto (quasi) illimitato gratuitamente e per sempre, il tutto condito con un po’ di pubblicità: purtroppo tutto questo non è disponibile dall’app Android.

PRO

  • Qualità audio 320 Kbps e senza pause
  • Condivisione delle playlist
  • Sincronizza anche la musica già presente sul device
  • Equalizzatore integrato
  • Possibilità di attivare l’effetto dissolvenza tra i brani

CONTRO

  • Archivio musicale ancora non molto completo
  • Solo 48 ore di prova gratuita
  • Non ci sono versioni free dell’abbonamento per continuare ad ascoltare la musica (magari con pubblicità) dopo il periodo di prova. Solo la versione pc di Spotify permette di farlo!

CONCLUSIONE

Non c’è un vincitore assoluto fra i 3 servizi, l’unico modo per capire quale sia il migliore per le vostre esigenze è provare di persona e vedere prima di tutto se sono disponibili in archivio i vostri cantanti preferiti.

Tra i pro e i contro non abbiamo parlato dei prezzi degli abbonamenti: solitamente con 10 euro mensili potete ascoltare tutti i brani presenti, quindi per gli appassionati di musica potrebbe essere molto conveniente… Comunque approfondite nei rispettivi siti dei servizi per conoscere tutti gli abbonamenti disponibili.

E voi cari lettori di Android per Tutti, utilizzate questi servizi di streaming musicale?

AndroidPerTutti.com - L'originale, diffidate dalle imitazioni

Articoli correlati:

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...