martedì 22 gennaio 2013

Disaster Rom per Galaxy S2: installazione e recensione

Rom alternative modding Galaxy

Le voci sull'aggiornamento del Samsung Galaxy S2 a Jelly Bean 4.1 ormai si susseguono incontrollate, postdatando continuamente il rilascio ufficiale. Torna allora utilissima la Rom leaked rilasciata in maniera ufficiosa a novembre attraverso il sito SamMobile, che gli utenti più smaliziati ed esperti avranno sicuramente avuto modo di installare e testare personalmente.

Ecco, oggi voglio parlarvi della Disaster Rom, sviluppata dall'italiano Mirko ddd, la quale riprende tutte le caratteristiche offerte dalla leaked (Nature UX compresa) e vi innesta sopra una serie di features interessanti. Solo un anticipazione: multiview.

La Rom è scaricabile da XDA a questo indirizzo, nel quale troverete la versione 6 e la versione 7. È necessario scaricare prima la versione 6, installarla, e in seguito aggiornare alla 7.

La procedura di installazione è molto semplice:

  1. Copiare i file sulla memoria del dispositivo;
  2. Entrare in modalità recovery modificata (la ClockWorkMod è sempre consigliata);
  3. Scegliere install zip from sdcard;
  4. Choose zip from internal sdcard;
  5. Scegliere la versione 6 e procedere all'installazione;
  6. Eseguire un wipe data/factory reset (cancellerà tutti i dati utente);
  7. Riavviare il telefono;
  8. Se si vuole aggiornare alla versione 7 è sufficiente tornare in recovery mode e seguire gli stessi passaggi, ma senza necessità di un altro wipe.

Non sembrano esserci restrizioni particolari per quanto riguarda la Rom di provenienza, io sono partito dalla CM 10.1.

Vediamo ora nel dettaglio tutte le caratteristiche implementate dallo sviluppatore, iniziando dalla versione 6:

  • La prima caratteristica su cui cade l'occhio è proprio la funzionalità multiview già citata sopra: sulla parte sinistra dello schermo è infatti sempre presente una sorta di pulsante (ma la funzione può essere disattivata) che se trascinato ci mostra l'elenco di tutte le applicazioni permettendoci di aprirne due per volta. A quel punto lo schermo verrà diviso in due parti e sarà anche possibile invertire la posizione dei programmi e ridimensionarli.  È presente tuttavia un bug, infatti se vogliamo posizionare la seconda applicazione nella parte alta dello schermo questa non funzionerà correttamente.
  • Lo sblocco dello schermo è ripreso dal Galaxy s3 e mostra un simpatico effetto acqua mista a inchiostro quando scorriamo il dito. Questo aspetto è completamente personalizzabile e si può anche decidere di avere una lockscreen che riprenda le sembianze di Jelly Bean puro. Le novità non sono finite qui in quanto già da questa schermata sarà possibile attivare la torcia semplicemente premendo il tasto home. Non potevano inoltre mancare i collegamenti rapidi a 4 applicazioni a scelta.
  • È possibile terminare manualmente i programmi tenendo premuto il tasto indietro. Questa caratteristica è sicuramente familiare agli utilizzatori delle Rom Cyano.
  • Le telefonate possono essere registrate.
  • Gli interruttori presenti nel pannello delle notifiche sono personalizzabili a nostra scelta, così come la presenza o meno della barra per regolare la luminosità.
  • Il Power menu (che compare quando teniamo premuto il tasto di accensione/blocco) può essere personalizzato.
  • Come sul Galaxy Note 2 è presente la funzione Rotazione intelligente, che legge la posizione del nostro viso prima di far ruotare lo schermo. Con questa features attiva la rotazione diviene meno reattiva.
  • Un'altra caratteristica che accomuna questa Rom a quelle Cyano è la possibilità di cambiare traccia musicale mentre lo schermo è in standby tenendo premuti i tasti del volume.
  • Gli SMS non verranno convertiti in MMS.
  • La Home Screen può ruotare.

La versione 7 aggiunge ancora altre personalizzazioni:

  • E’ possibile scegliere se cambiare o meno traccia musicale con i tasti del volume;
  • All'interno delle impostazioni relative allo schermo compare un nuovo menu Batteria che consente di scegliere lo stile dell'indicatore e di far comparire una Battery bar;
  • E’ possibile regolare la retroilluminazione della tastiera;
  • La gestione dell'illuminazione dei tasti fisici non funziona, e questi rimangono sempre accesi;
  • Sempre dal menu dello schermo è possibile impostare l'effetto CRT off (l'effetto di spegnimento del display che riproduce quello delle vecchie TV), e l'edge zoom, che permette di fare lo zoom nel browser trascinando il dito a partire dal bordo dello schermo;
  • Nuovo menu Launcher, che permette di abilitare o disabilitare la rotazione della home e altre opzioni;
  • La pressione prolungata sul tasto delle impostazioni presente in alto a destra quando viene abbassata la tendina delle notifiche attiverà la torcia; sempre con la tendina aperta sarà possibile premere sull'orario per accedere all'applicazione orologio.

Per concludere devo aggiungere che la Disaster eredita dalla leaked Samsung tutti i pregi, come l'interfaccia Nature UX e la grande fluidità generale, ma anche i difetti. La durata della batteria è abbastanza scarsa e i vari servizi preinstallati occupano molta RAM. Altra pecca è la tastiera, non molto reattiva.

Le features offerte sono tante e sicuramente interessanti, in particolare il multiview può rivelarsi comodo in diverse occasioni.

Ottima Rom quindi, sicuramente una delle più complete.

Fateci sapere cosa ne pensate.

Ps. Il changelog ufficiale si trova su questa pagina di XDA, ecco il LINK.

Articolo a cura di Roberto Dettori

AndroidPerTutti.com - L'originale, diffidate dalle imitazioni

Articoli correlati:

1 commento:

  1. Articolo molto bello, da giornalista serio e non da "copia e incolla".
    Complimenti!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...