sabato 29 dicembre 2012

Perché scegliere Android? - Sondaggio

Sondaggio

Giusto qualche settimana fa un sondaggio ha rivelato che la maggior parte degli utenti che arrivano ad utilizzare Android provenendo da altri sistemi operativi mobili ne rimangono soddisfatti a tal punto da non poterne più fare a meno. Ora, generalizzando la questione, io mi chiedo quali siano i punti di forza e quali invece le debolezze del nostro robottino verde e, in definitiva, perché l’utente medio dovrebbe sceglierlo.

Iniziamo dicendo che Android è un progetto Open Source, il quale condivide i propri codici sorgenti: questi possono essere consultati e modificati da parte delle comunità indipendenti, che regalano agli utenti tutte quelle ROM alternative (e anche tutta una serie di utilissimi programmi) che spesso fanno la fortuna dei terminali riportandoli a una nuova giovinezza anche dopo che le case produttrici hanno rinunciato ad aggiornarli, oppure, e l’esempio è di qualche giorno fa, scoprono e poi correggono qualche pesante bug di sistema (mi riferisco in questo caso al bug dei processori Exynos). È questa, a mio parere, la più grande forza di Android.

Tuttavia non tutti gli utenti si interessano alle questione di libertà del software e vogliono avere un riscontro più immediato, senza doversi dedicare al modding.

A tutti questi utenti il sistema offre una possibilità di personalizzazione che non ha rivali. Penso ad esempio ai tantissimi launcher alternativi presenti sul Play Store, che permettono di cambiare radicalmente l’interfaccia del device senza ricorrere a procedure complicate; oppure ai tantissimi widget; o ancora alla gestione libera delle pagine nella Home screen. Potrebbero sembrare delle banalità, ma in realtà sono tutte caratteristiche che gli altri sistemi non possiedono. Inoltre Android ha un menu impostazioni molto ricco che permette all’utente di gestire il sistema a molti livelli.

Altra caratteristica fondamentale in Android è la condivisione: qualsiasi contenuto presente sul telefono può essere facilmente condiviso tramite Bluetooth, social network, posta elettronica, cavo dati, DLNA (Wi-fi direct e USB OTG, se supportati).

Ecco, per restare sul tema della condivisione, ciò che non mi piace in molti device è la mancanza del trasferimento dati come archivio di massa, in particolare sui dispositivi Nexus, così come non apprezzo la mancanza della scheda SD. Android nasce come sistema libero ed è quella la strada da seguire ancora oggi.

La mancanza della SD in particolare è molto grave. So bene che la stessa Google ha spiegato la scelta di non dotare i propri dispositivi Nexus di memoria esterna affermando che quest’ultima andrebbe a incidere negativamente sulle prestazioni, tuttavia si dovrebbe dare all’utente la possibilità di scegliere se utilizzarla o meno.

Per concludere vorrei aggiungere che il robottino verde può rivelarsi stimolante non solo in sé stesso ma, come è successo a me, può essere una finestra attraverso la quale affacciarsi al mondo dell’informatica in generale.

Ed ora la parola a voi cari lettori…che il sondaggio abbia inizio! Usate i commenti qui sotto per dirci ciò che apprezzate o meno nei vostri device Android e cosa vorreste che sia implementato nel prossimo futuro.

Buone feste a Tutti!

Articolo a cura di Roberto Dettori

AndroidPerTutti.com - L'originale, diffidate dalle imitazioni

Articoli correlati:

1 commento:

  1. Bell'articolo bravo.
    Qui il Galaxy S3 con il prezzo che scende. Aiutatemi a farlo scendere di più
    https://t.co/mT2BJCKl

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...